Blog

L’ambientamento al Nido Natura

asilo nido privato toscana

Desideriamo iniziare questo articolo dando importanza e ascoltando i pensieri, le paure e le gioie vissute dai genitori del nostro nido in merito all’ambientamento:

“L’ambientamento alla Tana di Jo è stata sicuramente un’esperienza positiva. Mio figlio è stato sempre molto a contatto con me e il nido ha rappresentato il primo vero distacco… È andata meglio di quanto mi aspettassi.  L’ambiente è accogliente e le tate sono molto dolci. Sono stati rispettati i tempi del bambino nel conoscere una nuova dimensione, lasciando la mamma tranquilla attraverso un dialogo costante. Questo ci ha permesso di continuare con serenità!”

“L’ambientamento è lasciare la tua vita nelle mani di altre persone. Lo avevo ben chiaro dove avrei mandato mia figlia, sin da quando è venuta al mondo. È nata prima lei, del “nido natura la tana di Jo”. Quest’ultimo era solo un progetto. Ma Elena ed Elisa erano già famose per le loro qualità, a Sarzana e dintorni, grazie alla loro ludoteca. La mia bimba è entrata al nido a 10 mesi. La tranquillità è stata da subito totale. Tutti i suoi ritmi sono stato rispettati. Nanna, pappa. La disponibilità verso di me, mamma sempre di corsa, è stata immensa. Ho potuto lasciare a mia zia, talvolta, il compito di aiutarla nell’inserimento. Per me è stato tutto molto semplice. La mia bimba si è innamorata della sua tata Serena, quasi a sua completa disposizione….che dire, ci sarebbe un mondo da scrivere ma mi devo fermare a questa prima parte del viaggio…”

“La nostra esperienza al nido Natura la tana di Jo è bellissima . Soprattutto le tate, ragazze amorevoli ed educate, tanto dolci con mio figlio Samuele e direi anche con me. Al ritiro Samuel è sempre bello pulito e sistemato…la cosa principale è che mio figlio si trova benissimo,si diverte e sta bene”

“Per necessità o per scelta arriva il momento di lasciare i nostri piccolini al nido. Mille pensieri, mille paure, noi!!! Sì, perché loro staranno più che bene con i nuovi amichetti, le Tate e tantissime attività che gli apriranno la mente ed il cuore al mondo. Ognuno troverà la sua Tata preferita, ognuna splendida nella sua unicità: la dolce, la divertente, la premurosa, c’è chi canta, chi racconta, con alcune si gioca con l’acqua, ops (!!!), ci si lava i denti e le manine, e così via… Lì per lì qualche pianto, anche disperato ( forse più le mamme di bimbi) ,ma non si fa in tempo a tornare a casa o giungere a lavoro che arriva un messaggio rassicurante o una foto….il nostro pargoletto bello sorridente o serio serio alle prese con un nuovo gioco.  E poi andiamo a riprenderlo, un po’ preoccupate (si sarà divertito, gli sarò mancata, avrò fatto la scelta giusta, vorrà tornare domani ????????). Lui ci corre incontro e racconta a suo modo le avventure della giornata, mentre la Tata ci fa presente se e cosa ha mangiato, le attività che ha preferito e se ha bisticciato con qualcuno. Jacopo frequenta il nido già dallo scorso anno, ama le canzoncine, la pappa e correre all’aperto. Ha fatto amicizia con i compagni più grandi e con i più piccoli; con alcuni c’è un legame più profondo, con altri meno, ma tutti vengono sollecitati a giocare insieme, condividere e rispettarsi; nessuno è solo. Le Tate conoscono bene ciascuno di loro, sanno dare ad ognuno ciò di cui ha bisogno, e anche a noi mamme….riportiamo a casa bimbi felici, sereni e pieni di voglia di fare e comunicare. Non c’è mai un problema che non venga affrontato e risolto. Tutto perfetto????? No, una pecca c’è…quando li iscriviamo alla materna e abbiamo il terrore che non troveranno più tanto affetto sincero e dedizione.”

L’ambientamento rappresenta un evento significativo dove le relazioni, le storie, le emozioni tra famiglia, educatori e bambini si intrecciano in un contesto nuovo al di fuori della propria casa di famiglia. Questo primo momento è importante per conoscere i bambini e per costituire una buona relazione fra educatori e nuove famiglie oltre che occasione per i genitori di vivere un’esperienza significativa di crescita e cambiamento dei propri bambini.
Come prima cosa accogliamo i bambini e le loro famiglie fornendo loro tutti gli elementi necessari per far si che la scelta del nido possa avvenire con sicurezza e serenità. Sarà quindi compito degli educatori fornire alcune informazioni generali riguardo la storia del nido, il carattere organizzativo, l’immagine di bambino, l’idea di educatore e di servizio che si desidera sostenere e verrà organizzata una giornata aperta a tutte le famiglie interessate in modo tale da conoscere in modo ancora più approfondito il personale educativo e la struttura stessa, oltre che occasione per rispondere a tutti i dubbi e domande.
Successivamente a questo primo approccio si potrà incontrare gli educatori attraverso dei colloqui in modo tale da poter approfondire la conoscenza e instaurare una relazione positiva. L’ambientamento avviene in piccolo gruppo, tale modalità facilita la condivisione dell’esperienza sia per i bambini che trovano nel piccolo gruppo dei pari dei compagni di viaggio, sia per gli adulti familiari che hanno in questo modo l’opportunità di confrontarsi e sostenersi. La flessibilità, la gradualità, l’attenzione, la sicurezza, il confronto, la condivisione e il rispetto sono elementi fondamentali per un buon ambientamento.

Arriva il primo giorno di scuola e l’emozione è tanta per tutti, grandi e piccini.
Una nuova avventura sta per iniziare e noi tate siamo pronti a prendervi per mano e accompagnarvi in questo importante viaggio.